Burning Man 2013 – La mia esperienza!

La domanda cos’è il Burning man non ha una risposta semplice. Quando qualcuno chiede al mio amico Antonio cos’è, lui risponde: “il Burning man è una woodstock, una festa, una fiera, una comune, un città, una società, uno spring break, una spiaggia nudisti, una chiesa, un club scambisti, un open bar, il più grande campeggio al mondo, una discoteca…”. Il Burning man è un insieme di emozioni sensazioni e colori che riempiono gli occhi la mente e il cuore così intensamente da non lasciare spazio a niente altro. La location è Black Rock City, ovvero il deserto Black Rock nel quale viene creato un pentagono avente 5km di lato.

Noi al Burning Man 2013

..leggi il resto dell'articolo

, ,

Leggere la posta di Libero su Android e Iphone

Recentemente Libero ha dichiarato guerra a tutte le applicazioni Free presenti sui market Android e Iphone per leggere la posta dal cellulare.

Stanco dell’attegiamento arrogante di Libero che ancora ragiona come un azienda del millennio scorso ho deciso di risolvere il problema in modo da poter leggere la posta sul mio cellulare.

La soluzione consiste nell’attivare l’inoltro della posta su un altro account tipo GMAIL che supporta nativamente il funzionamento da dispositivi mobili.

Inoltrare la posta è davvero semplice e funziona così:

  1. Accedere alla posta di libero
  2. Andare in IMPOSTAZIONI (in alto a destra)
  3. Cliccare sulla TAB  filtri
  4. Dalla voce “I tuoi Filtri” scegliere “aggiungi filtro”
  5. Impostare i parametri come nell’immagine inserendo il vecchio indirizzo mail e l’indirizzo nuovo:

    inoltro libero

    Parametri per inoltrare la posta di Libero

In questo modo la posta destinata al nostro vecchio account Libero verrà inoltrata sul proprio account GMAIL (o hotmail, yahoo, ecc..).

Personalmente sto abbandonando completamente la vecchia casella di libero che negli anni mi ha dato solo problemi, virus e spam.  Libero non la fa scaricare sui dispositivi mobili poichè pretende che gli utenti paghino per potere usare smtp e pop che sono oggi liberamente forniti da TUTTI i provider. Non capisco come sia possibile che ad oggi ci sia ancora gente che paghi.

Ancora una volta purtroppo in ITALIA constato che siamo anni indietro il resto del mondo. Aziende come libero non fanno altro che aumentare il DIGITAL DIVIDE tra noi e il resto del mondo! Vergogna!

 

 

 

 

..leggi il resto dell'articolo

, , , ,

Dovrei…

Dovrei dormire di più, mangiare meglio, fare più sport, essere una persona migliore, fare beneficenza, scrivere di più su questo blog, fare un altro tatuaggio, cambiare vita, casa, frequentazioni, macchina, comprare un altra moto, cambiare città, smettere con le fidanzate.

..leggi il resto dell'articolo

Università

Arrivò il periodo dell’università..Mentre mi laureavo alla triennale e entrai per la prima volta in contatto con l’informatica, quella vera. L’informatica si chiamava Viviana B. ed era una docente della facoltà di informatica di Torino: la mia relatrice. Al primo incontro andai convinto di fare bella figura, ma fui subito smontato dalla buona Viviana; Volevo fare una tesi sulla sicurezza informatica, credendo che conoscere qualche cosa di networking e qualche rimedio agli attacchi comuni fosse sufficiente a fare una tesi. Ho ricevuto parecchi schiaffi (morali ovviamente)  da Viviana che mi ha fatto capire che l’informatica è una cosa seria, che è una branca della matematica e che non basta credere ma bisogna sapere per essere un informatico. Ancora oggi penso che quello che sono oggi è in larga misura merito dell’incontro con lei. La mia tesi alla fine è stata sulla sicurezza informatica, sulle basi, ovvero la crittografia. Interessante studio e tesi mediocre.

Nello stesso anno feci un acquisto davvero azzardato: Matrox RTX 100;

..leggi il resto dell'articolo

, , , , , , , , ,

Avvento del Cellulare e di Internet

Non credo di essere così vecchio (25 anni, ancora per qualche giorno) ma ricordo, e sembra passata una eternità ai tempi delle superiori dove si iniziavano a vedere i primi “Cellulari”. Mattoni da mezzo chilo, che ci si trascinava appresso. A posteriori mi chiedo se serviva davvero. Ovviamente la risposta è no ma come rinunciare alla comodità di quel mattone rispetta alla già obsoleta cabina telefonica? Sembra passata una vita dall’ultima volta che ho fatto una chiamata da una cabina telefonica. Poi si sono diffusi gli sms. Sono rimasto indenne agli sms per qualche anno, prima di coglierne il potenziale.

Tutto è iniziato a causa della Vodafone, e del mio compagno di banco, Valentino.

..leggi il resto dell'articolo

Genesi

Tutto iniziò con un computer x86 con il monitor nero e verde che era nello studio di mio padre. Non credo di averlo mai usato. Ricordo il rumore della stampante ad aghi.

Poco dopo arrivò il 386, il primo computer con cui io sia mai entrato in contatto. All’epoca si pensava che il computer era un qualcosa di sofisticato e scientifico. Mio padre lo usava per qualche programma di gestione clienti o forse gestione finanziaria.. io per i giochi di ms-dos. Ricordo prince of persia; non sono sicuro di averlo realmente finito. Per giocare dovevo imparare per forza qualche comando dos. Quello fu l’inizio della mia formazione: i giochi su dischetti. Ricordi confusi e poi il mio primo contatto con windows 95. Era ad un centro commerciale con mia madre. All’uscita c’erano delle promoter con uno stand e un computer… con uno schermo a colori (colori veri, non i grigiume visto fino allora). Non mi ci soffermai. Credo che era il periodo delle medie.

Arrivò a casa mia il Pentium 166Mhz.

..leggi il resto dell'articolo

, , , ,

(La mia) storia della tecnologia e dell’informatica

Una delle cose sulle quali rifletto spesso è il punto a cui è arrivata la tecnologia contemporanea. Ci penso davvero spesso e con stupore di bambino gioisco sorridendo soddisfatto del livello di tecnologia e informatizzazione che ha raggiunto la mia vita. Nel breve periodo pubblicherò la Storia della tecnologia, ovvero la mia versione dell’evoluzione della tecnologia e dell’informatica. E’ la mia visione della tecnologia che ci circonda e sebbene non sia seriamente la storia della tecnologia e dell’informatica è la storia di come la tecnologia e l’informatica siano entrati e siano parte della mia vita.

 

EDIT:

Ecco qui la storia in capitoli:

La Genesi

L’avvento del Cellulare e di internet

L’Università

 

 

..leggi il resto dell'articolo

,

Cap. 4 – Conclusioni

Cap. 4 – Conclusioni

La carriera di Federico Fellini è da ammirare. Il suo lavoro abbraccia una vasta gamma di temi e stili. L’esperienza unica di crescere durante il periodo fascista e di lavorare durante il periodo della ricostruzione, ha dato ai suoi film una serie di significati che possono essere letti sia sul piano personale così come a livello nazionale.

Nel suo cinema, Fellini ha mantenuto coerenza di temi e ha ancora trovato nuovi modi per esplorarli. Il suo inesauribile sforzo di capire gli archetipi della vita italiana è stato fatto senza dubbio per migliorare la cultura dal paese, ma è stato fatto anche capire se stesso.

..leggi il resto dell'articolo

, , ,

Cap. 3 – Amarcord

Cap. 3 – Amarcord

Rilasciato nel 1974 e ambientato in era Fascista (anni 30), Amarcord racconta la storia di un gruppo dii personaggi che vivono nella città di Rimini. Il film è spesso considerato come una delle opere più autobiografiche, basata sulla sua infanzia. Molti dei personaggi sono basati su personaggi reali della memoria di Fellini. Amarcord è essenzialmente lo studio di decine di personaggi. C’è il giovane Titta e la sua larga famiglia, suo padre arrestatocon l’accusa di essere un oppositore al regime. Suo zio Teo, malato mentale. Gradisca, la bellezza cittadina ammirata da tutti. Fellini descrive questi personaggi ed altri e descrive la loro vita sotto l’oppressione del regime fascista. Il film non segue una linea continua ma si basa su una serie di eventi che coinvolgono le persone della città. I personaggi di Amarcord sono una metafora dell’intera Italia durante il periodo fascista.

..leggi il resto dell'articolo

, , ,

Cap. 2 – Otto e mezzo

Cap. 2 – Otto e mezzo

Nel 1960, Fellini ha pubblicato il film che lo ha portato alle luci della ribalta: La Dolce Vita. Inizialmente accolto da polemiche e divieti il film acquisisce apprezzamenti a livello mondiale divenendo un classico. Di fronte alla pressione della creazione di un successivo film di successo, Fellini era molto confuso per quanto riguardava il suo prossimo progetto. Il periodo che seguì sarebbe quello in cui Fellini ha cercato ispirazione nel scritti di Carl Jung. Come detto in precedenza, il suo interesse per i sogni e la sua propria confusione ha portato alla creazione del film, forse il suo più grande, 8 ½ (originariamente intitolato “La Bella Confusione”). Per Fellini, l’ispirazione per fare 8 ½ “È venuto dopo un lungo periodo di auto-esame”. Egli scrive: “Io ho sentito il bisogno di trovare risposte alle innumerevoli domande … Così, in un viaggio interiore. “

..leggi il resto dell'articolo

, , ,

prev posts